• «L'arteterapeuta mi aiutava ad aiutarmi.
    Ho scoperto che forse la medicina per la mia malattia fosse proprio l’arte.»
    Carla, 18 anni, paziente anoressica all’Ospedale regionale di Lugano

  • «E solo nell’essere creativo che l’individuo scopre il sé.»
    Donald Winnicott, pediatrae psichiatra

  • «Il servizio di pediatria è come un porto sicuro.»
    Dr Valdo Pezzoli, primario servizio di pediatria, Ospedale regionale Lugano

  • «La creatività è contagiosa, trasmettila anche agli altri.»
    Albert Einstein

  • «La musica, ovvero il linguaggio dei sentimenti, riesce a gettare ponti anche dove la lingua fallisce.»
    Valerij Gergiev, direttore d’orchestra e padrino della Fondation ART-THERAPIE

  • «Lodo la danza che richiede tutto, che favorisce salute e chiarezza di spirito, che eleva l’anima.»
    Sant’Agostino

Hôpitaux Universitaires de Genève (HUG)

Arteterapia e danzaterapia nel reparto di educazione terapeutica per pazienti con malattie croniche
Diabete, disturbi dell’alimentazione, obesità

Dal 2005, i giovani pazienti, affetti da obesità e da patologie ad essa correlate, vengono seguiti da una danza-terapeuta specializzata in psicologia e dal 2018 anche da un'arte- e psicoterapeuta . Attraverso queste terapie, i pazienti imparano ad esprimere l’esperienza della malattia diversamente dalle parole. La percezione del proprio corpo, il rapporto conflittuale con esso e le sensazioni derivate da questo disagio sono al centro della terapia. Questo consente loro di esternare le proprie emozioni. Si rafforza in questo modo la fiducia in se stessi e si mobilitano le loro risorse.

Il programma innovativo „Contrepoids“ si rivolge ai bambini in sovrappeso che con i genitori, anch’essi in sovrappeso, partecipano a sedute individuali e di gruppo.

Responsabili:
Prof. Dr. Alain Golay, médecin-chef, Service de l’enseignement thérapeutique pour maladies chroniques
Dr. Nathalie Farpour-Lambert, médecin responsable du programme „Contrepoids“
Marie Lanier, art-thérapeute dipl. HES-SO, psychothérapeute MAS
Suzanne Z'Graggen, danse-thérapeute, psychologue FSP

www.hug-ge.ch

 

Musicoterapia per prematuri nel Service Developpement et Croissance

Il nuovo programma di ricerca „Accompagnare lo sviluppo dei neonati con la musica e il canto“ mira a osservare l’impatto della musica e della voce materna sulle costanti fisiologiche (frequenza cardiaca o respiratoria, numero di apnee, etc.) e a misurare i loro effetti sullo sviluppo cerebrale dei prematuri. Questa ricerca, unica nel suo genere, è stata notata dal National Geographic che la considera una delle dodici innovazioni che rivoluzioneranno il futuro della medicina.

www.hug-ge.ch